Questo è il blog provvisorio di Mushin. Leggi qui per saperne di più.
logo mushin

Se si costruisse la casa della felicità la stanza più grande sarebbe la sala d’attesa

— J. Renard

Attesa

Scritto da Mushin alle 4:20 del 18/05/2014

Vento, silenzioso a scompigliare capelli. È un ricordo? O si è insinuato tra i ricordi e lì ancora vaga senza riposo?

Sussurra, tintinna, descrive senza voce. Ora spinge o tira, ma senza direzione. Cosa vuole? La risposta è al riparo dalla memoria. Dove vuoi condurmi? Voglio avere anch’io una ricca seduta da cui contemplare. E invece è sabbia che mi fa da cuscino sotto i piedi, mentre ti seguo. O ti inseguo. Mentre urli senza farti capire o mi bisbigli senza farti udire. Rido del tuo gioco, piango della tua beffa. E ne riderò ancora quando stanco l’avrò dimenticata.

È un destino? È un miraggio?

Non capisco. Posso solo aspettare. E nel frattempo continuare a lasciare orme profonde nella sabbia.

Leave a Reply

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>